Peste Suina Africana-Piano Regionale di Interventi Urgenti

30 giugno 2022

logo peste suina

E’ operativo il Piano Regionale di Interventi Urgenti per la gestione, il controllo e l’eradicazione della peste suina africana e per il depopolamento della specie cinghiale allo stato selvatico, al fine di salvaguardare la sanità animale e tutelare il patrimonio suinicolo regionale e nazionale

Data di Pubblicazione

30 giugno 2022

Lo scenario della peste suina

Come precisato dall’Assessore alla Sanità la malattia non colpisce l’uomo e al momento il Veneto non è interessato dalla presenza della malattia sul proprio territorio, che però è comparsa in alcune altre regioni.

Tuttavia la Regione Veneto si è adeguata alla legge nazionale 29 del 7 aprile 2022 che detta misure urgenti per arrestare la diffusione della peste suina africana e dispone che le Regioni approntino propri Piani regionali, con il duplice scopo di ridurre il rischio di introduzione del virus e di migliorare la gestione del cinghiale nel territorio di competenza. 

Lo scenario del Piano del Veneto tiene in forte considerazione l’elevato numero di cinghiali circolanti in molte aree, per questo un intero allegato è dedicato alle tecniche di prelievo a scopo di controllo della specie allo stato selvatico, un oggettivo pericolo di diffusione incontrollata della malattia.

Il provvedimento

Il provvedimento approvato dalla Giunta ha validità di cinque anni, e si compone di tre diversi allegati:

  1. il Piano regionale 2022-2027 contenente obiettivi ed azioni per suino e cinghiali d’allevamento e per le popolazioni di cinghiali a vita libera,
  2. l'analisi preliminare del rischio,
  3. i soggetti autorizzati e metodi di cattura e abbattimento.

Gli obiettivi del piano sono:

  • la gestione e controllo della popolazione di cinghiale per diminuire il rischio di introduzione della peste suina, 
  • predisporre il territorio regionale a rilevare ed affrontare la peste suina.

Nel Piano sono previste inoltre attività di formazione e di divulgazione, la sorveglianza degli allevamenti e degli animali allo stato libero, l'analisi degli animali trovati morti (da investimento o altro) ed il controllo numerico dei cinghiali allo stato libero attraverso una riduzione importante della loro numerosità.

I soggetti coinvolti sono vari tra i quali la direzioni regionali, IZPS, servizi veterinari delle ULLSS, polizie provinciali, enti gestori dei parchi e delle aree protette, Veneto agricoltura, Avepa.

La Deliberazione della Giunta Regionale

La delibera n. 712 del 14 giugno 2022 è reperibile nel sito del BUR (Bollettino Ufficiale della Regione) al seguente link 

(https://bur.regione.veneto.it/BurvServices/pubblica/DettaglioDgr.aspx?id=479392)